2 Giugno – Barbaresco Barolo Ultra Trail.

Posted on

Sarebbe banale scrivere che quello appena trascorso e´ stato un week-end bellissimo e ricco di emozioni perche´ lo sono ogni qual volta che affronto insieme alla squadra qualche nuova avventura. Sarebbe semplice liquidare il tutto scrivendo che mi sono divertita che il terzo posto e´ stato inaspettato ma combattuto. Sarebbe riduttivo raccontarvi solo la parte migliore di questi due giorni in terra Piemontese…questi 50km me li sono veramente assaporati.
Ad iniziare dal buon bicchiere di vino bevuto in piazzetta a Barolo dopo la consegna dei pettorali ammirando un bellissimo panorama, passando per la cena preparata in appartamento accompagnata da un altro buon bicchiere di vino, proseguendo con una bella dormita nel lettone insieme alla compagna di mille avventure Elisa.
Al mattino come al solito tutto e´ scandito dal ritmo tipico della preparazione ad una gara: colazione abbondante, i pettorale da puntare sulla maglia, l´ultima occhiata allo zaino e poi via verso la partenza.
Da subito tutto assume un sapore diverso, per la prima volta dopo tanto tempo non conosciamo nessuno, i volti di chi ci circonda sono tutti nuovi ma basta che lo speaker pronunci i nostri nomi e il nome della nostra squadra che subito ci sentiamo a casa.
Finalmente si parte…
In un attimo raggiungo il primo ristoro, sento di star bene, per fortuna il cielo e´ coperto. Quando riparto sento che comunicano che la terza donna sta lasciando il ristoro. Mi confermano la mia posizione Luca e Barbara che ci sta seguendo passo a passo.
Al 20km comincio ad avere nuovamente i miei soliti problemi con gli svenimenti e vengo presa dalla quarta donna che comunque ha decisamente un passo migliore del mio e che mi avrebbe sicuramente agguantato anche senza questa mia difficoltà. Per un po´ pero´ tengo testa e facciamo qualche km insieme…veramente stimolante questa battaglia…ma poi no ho la cattiveria giusta per reagire e lei con estrema facilita´ mi passa.
Ritrovo sul percorso i nostri due amici e sono veramente giu´ di morale non riesco a trovare la soluzione a quello che mi sta accadendo ma tiro dritto….ora e´ una questione di orgoglio.
Al ristoro del 34km scambio qualche battuta con i volontari ed il morale torna alto.
Ecco nuovamente i nostri due fan….Luca mi sprona dicendomi che la prima donna ha mollato che fa fatica in salita e che quindi se tengo duro posso anche recuperare la posizione persa.
Li saluto e riparto speranzosa. Arrivo all´ultimo ristoro e la vedo infatti che sta ripartendo. Non riesco pero´ a saltare il ristoro, il sole e´ uscito dalla nuvole e fare veramente caldo. Decido di fermarmi di prendere fiato, di mangiare qualcosa e soprattutto di bere. Riprendo la corsa un po´ innervosita dal fatto che ho ceduto un po´, mi dico che magari potevo fare piu´ veloce mente e forse potevo giocarmela. Giro del castello, discesa….e poi salita…eccola…la vedo. E´ strano cosa ti scatta in testa in quei momenti….sento che e´ il momento di agire di giocare il tutto per tutto, voglio provarci a costo di sbagliare ma questa volta voglio essere un po´ piu´ cattiva.. In salita effettivamente lei fa fatica, la supero e in discesa cerco di non farmi riprendere…e´ una discesa lunga di quelle che non mi piacciono, sento che e´ vicina ma non mollo…
Manca veramente poco e penso che beh magari questa volta complice la sua batuta d´arresto e un po´ la mia voglia di vincere forse posso portare a casa un buon risultato.
Rivedo per l´ultima volta Luca e Barbara in fondo alla discesa…e bello perche´ quando mi volto dopo qualche passo loro sono ancora li che osservano la mia corsa. E´ qualcosa di confortante…difficile da spiegare.
Tiro fuori l´altimetria, ricordavo bene due salite e poi l´arrivo. Controllo dietro mica che abbia deciso di farmi qualche scherzo ma non vedo nessuno.
Arrivo stanca in piazza a Barolo pochi metri mi separano dall´arrivo. La gioia e´ tanta. Negli ultimi km ho pensato parecchio a che cosa avrei potuto provare…Slaccio lo zaino, lo tolgo perche´ si veda bene la scritta che ho sulla schiena INSUBRIA SKY TEAM….e´ la mia squadra!
La tensione, le paure e la gioia alla fine si sciolgono nell´abbraccio dei compagni di squadra che mi aspettano….
Grazie a tutti voi questo terzo posto e´ merito anche vostro.

FIORENZA FRASSINESI


02 giugno 2014
Grande festa per i nostri colori al Barbaresco-Barolo Ultratrail .
Prima edizione di una splendida competizione, tra spettacolari i panorami, su e giù tra vigne e castelli.
Siamo in 119 al via da Barbaresco, clima fresco perfetto per una bella corsetta.
Si parte discesa e subito salita per il giro nel borgo di Barbaresco, per poi imboccare la discesa tra le vigne.
Passaggio sulla nuovissima ferrovia che unisce Alba ad Asti, mai entrata in funzione.
si prosegue su e giù per campi e vigneti, borghi e casali.
Le gambe girano bene e le sensazioni sono ottime, i segna via non sono proprio perfettamente sistemati cosi bisogna stare molto attenti , e lo sperimento con una piccola deviazione non prevista in una vigna.
Recuperato il percorso corretto re incontro Fiore, facciamo qualche Km insieme.
Dopo qualche vigna raggiungo anche Andrea, che dopo le fatiche del giorno prima, Valle Intrasca, è affaticato controlla la sua gara, e i crampi.
Dopo alcuni km ci troviamo con alcuni compagni in una situazione anomala , le balisse danno un direzione ma poi spariscono, alcuni momenti di indecisione poi finalmente arriva qualcuno dell´organizzazione che ci indirizza sul percorso, corretto, più avanti scopriremo che qualche b…… buon tempone ha spostato i segnali.
Arriva il caldo, e la fatica. Saliamo al castello di Castiglione Falletto , 43 km percorsi.
Ci siamo finalmente la collina dove posa Barolo col suo castello e li davanti.
Su per la scalinata e sono in cima . Passerella in centro tra osterie e turisti e eccolo l´arrivo, dopo 5 ore e 18 minuti, Diciannovesimo. Felice e soddisfatto.
Poco dopo eccola la Regina ISKYT , ventesima assoluta e terza Donna.
Poi arrivano in ordine Andrea Elisa e Fabrizio. Compagni in questa avventurosa festa.
Con Noi c´erano anche Luca e Barbara, che ci hanno accompagnati lungo tutto il percorso con tifo e incitazioni.
Ottimo in fine il terzo tempo, Tagiarin, uova e tomino con tartufo bianco di alba, e BIRRA a volontà.
Ciao a tutti.

ALBERTO CASTIGLIONI

Lascia un commento