Cervino X-Trail – Merletti 21°, bene (quasi tutti) gli altri Insubri.

Posted on

Il Cervino XTrail è sicuramente una gara dal forte richiamo. Sarà perchè porta il nome di una delle più belle montagne delle Alpi, oppure i suoi 55 Km e 4000 m di dislivello positivo che ne fanno una gara sicuramente impegnativa. Infatti, anche quest´anno si sono ritrovati al via alcuni tra i più forti atleti a livello italiano in questo tipo di competizioni. E i risultati parlano chiaro: 5.34 ore per coprire l´intero percorso da parte del vincitore è un risultato che si commenta da solo.
La gara parte presto la mattina e alle 7 è previsto il solito briefing per le ultime indicazioni su percorso, meteo, ristori, punzonatura, ecc.

La gara.
Dopo un breve tratto pianeggiante rivolto verso il fondovalle che serve giusto da riscaldamento, si attacca subito la salita allo Zerbion che, con i suoi 1700 m di dislivello, rappresenta il salto più impegnativo di tutta la giornata. Raggiunta la vetta si ridiscende verso il lago Croux dal quale riparte la salita verso il monte Tantanè. La discesa ci porta alle sorgenti Foresus dove è posizionato il cancello delle 10 ore e di qui si risale al Col di Nana che rappresenta il terzo e ultimo salto della gara. Quest´anno al santuario di Clavalitè gli organizzatori hanno deciso per un cambio di percorso: invece di proseguire in cresta verso il colle di Cheneil, cresta franosa e ritenuta troppo pericolosa, siamo scesi verso Cheneil (località) per poi raggiungere il lago di Lod e di qui iniziare la discesa versoChamois e finalmente Antey Saint Andrè traguardo finale della gara.

La stanchezza della giornata è stata sicuramente ripagata dalla bellezza del percorso, sempre vario e mai monotono con l´alternarsi di laghi, alpeggi, foreste di larici ricoperte da una fioritura di rododendri veramente spettacolare, torrenti e prati.
L´unica cosa che ci è mancata è stata una bella vista sul Cervino a causa dei nuvoloni scuri che si sono rincorsi per tutta la giornata. Ci siamo comunque consolati per aver scampato i possibili acquazzoni estivi. Sarà per la prossima volta!
______________________________________________________

Anche in questa ennesima prova Valdostana, abbiamo avuto una discreta presenza di Insubri, ben 6 impegnati sulla 55km e 2 nella 20 km.
Ennesima prova di rilievo del nostro Valdostano adottivo Armando Merletti, giunto 21° al traguardo ad un tiro di schippo dai “grandissimi” della specialità presenti in gara.
A seguire un superlativo Andrea Sommariva (52°), che non smette di stupire.
Alberto Castiglioni e Carmelo Fascì chiudono appaiati, conducendo gli ulrimi km di gara insieme, da buoni comapgni.

Nota di merito per il Fabrizio Bicio Bertoni, alla sua prima gara su una distanza cosi lunga, chiusa dignitosamente senza scomporsi e col sorriso sulle labbra come suo solito! Bravo Bicio!
Ancora problemi invece per il Pres. Marco Longhin, costrtto al ritiro al 30°km per un piccolo malessere.

Nella corta, il bravo Gianni Pellegatta ha chiuso in 3h20´ circa la sua gara…non male!
Gianno,ora ti aspettiamo sulle lunghe.
Bravissima Sara Perin che chiude in decima posizione femminile e prima di categoria! Super Sara!

Marco Longhin
Scrivi qui le tue info...

Lascia un commento