Finalmente…

Posted on

…sono tornato a correre, ma soprattutto a giocare con la corsa e a divertirmi!
10 mesi fa dopo il “traumatico” Tor Des Geants 2015 scrivevo: “…Allora caro TOR, siamo 1-1 e palla al centro…faccio un passo indietro, vado a giocare con il mio sport preferito…” , più o meno cosi è stato, solo che tra impegni, acciacchi e imprevisti di vario genere, i tempi si sono dilatati parecchio, ma alla fine sono finalmente riuscito a mettere insieme una serie di allenamenti che hanno cementato le basi di una convinzione che avevo ormai disintegrato, permettendomi di confezionare un week end di sport, serenità, entusiasmo, voglia di correre e divertirmi come non facevo da tempo. Senza alcuna ambizione, senza preoccuparmi di quanti atleti avevo davanti in gara e di quanti ne avevo dietro.
Venerdi un bel Night Trail in totale autogestione in provincia di Lecco in compagnia del grandissimo Rob Isolda. 36km…anzi, 37km abbondanti per me perché come un somaro ho seguito un gruppetto di persone che puntualmente hanno sbagliato percorso…poco male.
160 partenti muniti di torcia frontale, percorso Wild con partenza alle 22.00, davvero una bella esperienza allietata da una leggera pioggerella rinfrescante. Rob chiude con uno splendido podio…Terzo al traguardo, davvero fantastico! Io 20° assoluto, ottimo risultato anche se sono arrivato con quasi 40´ di distacco dai primi.

Rientriamo a casa alle 4.30 di Sabato mattina con una caraffa di birra da 1 litro vinta da Rob…(ormai vuota!)
Domenica la sveglia è suonata alle 6.00…cambio borsa e via. Direzione Antey Saint Andrè, dove la 25km del Cervino Xtrail mi aspettava. Avevo tanta voglia di tornare sui sentieri dell´amata Val d´Aosta, il richiamo è stato davvero forte e nonostante le gambe mi ricordassero ad ogni passo che non avevano nessuna intenzione di portarmi lassù, alle ore 10.30 ero sulla linea di partenza.
E´ stato in quel momento che ho realizzato che alcuni Insubri erano in gara da quasi 4 ore nella 55 km e un pensiero è andato a loro…pensiero che è tornato anche quando salendo con estrema fatica la prima parte di gara, con gambe di marmo, senza bastoni a causa di un problema alle mani che ne ha impedito l´utilizzo, ho realizzato a come sarebbe stato impossibile per me correre la 55 insieme a loro.
Una volta scollinato è iniziata la mia gara/allenamento, il mio passo lento ma regolare mi ha permesso di correre i restanti 13km tra discese e sentieri a tratti tecnici, giocando con la corsa e con le mie gambe sempre più legnose, ma che alla fine mi hanno portato al traguardo…al secondo traguardo in meno di 48 ore…finalmente!
Ora spero di riuscire a continuare cosi…non è facile, ci vuole tempo e un po´ di fortuna, ma molto dipende anche da me.
Che bel gioco la corsa…

P.S.
Complimenti a Rob Isolda per la sua prestazione e la sua adorabile umiltà, ma complimenti anche a Roberto Gramoni protagonista di un´ottima gara al Cervino 25km (40°) e soprattutto a Sara Perin che è stata l´unica Insubre a chiudere la 55km in preparazione del Tor Des Geants.
Il forte Armando Merletti ha avuto un problema fisico che l´ha costretto al ritiro, cosi come il buon Luca Bottini è stato vittima per la seconda volta in una settimana delle odiate e temute nausee durante la gara.

Fonte: Marco Longhin

Marco Longhin
Scrivi qui le tue info...

Lascia un commento