Correre di notte (Genova night trail)

Posted on

Se c´è una cosa che ho sempre invidiato ai trailrunners che partecipano a gare ultra è il fatto di poter correre in natura isolati, nell´oscurità della notte . Consultando i vari calendari mi imbatto in una gara tutto sommato corta (30 km) ma che si svolge nelle ore notturne: il Genova night trail . Detto fatto venerdì pomeriggio prendo il primo treno e via! Arrivo verso le 19:00 e giusto a 10 minuti dalla stazione si trova il Palaerba , sede del ritrovo della gara. Il tempo di sbrigare le formalità pettorale ed incontrarmi con Paolo e Cristina , una foto di rito e ci si allinea dietro il gonfiabile. Il caldo è tutt´altro che marittimo. 20:30 ecco lo sparo: si parte! Saranno 3 chilometri pilotati lungo i vicoli di Genova attraverso scalinate e lingue d´asfalto, incitati a gran voce dagli abitanti più o meno locali, sbigottiti per quanto stavano vedendo ,che ci porteranno da piazza de Ferraris alla partenza vera e propria e che , nonostante il ritmo blando, forse per via dei 30 gradi o per il dislivello , hanno subito fatto allungare il gruppo. Ci siamo: i ragazzi dello staff si spostano e ci salutano , si entra in gara , l´asfalto lascia il posto allo sterrato e il serpentone di persone si allunga sempre più ,fino al bivio che divide la 30 dalla 15km. Procediamo poi per circa 5 km su di un sentiero prevalentemente pianeggiante e direi molto divertente, con piccoli saliscendi e poche asperità ; il tramonto è ormai inoltrato e la poca luce rimasta regala magnifici scorci sul porto ma per il momento non cado nella tentazione di fermarmi per godermi il panorama , proseguo e salto il primo ristoro visto che quello che poteva offrire era dell´acqua recuperata con una bottiglia da un rubinetto, iniziamo a salire ed è giunta l´ora di accendere la frontale.

Mi ci vuole un po´ a prendere il ritmo, non essendo abituato ho la sensazione di correre su un materasso e nel frattempo rimango solo e con stupore ad indicarmi la strada al di la delle fettucce catarefrangenti ci sono centinaia di lucciole. Proseguo solo fino a quando la mia insicurezza sul percorso mi fa aggregare ad altri runners che stavano più in dietro; la pendenza comincia a farsi sentire è oramai per me in salita è giunto il momento di camminare. Dopo qualche km dal secondo ristoro si svetta e questa volta è impossibile non fermarsi ad ammirare Genova illuminata ; riparto e ad attendermi sono due salite belle toste che mi porteranno al forte Diamante; ma piano piano me le metto in tasca e da qui si scende , parto abbastanza convinto ma mi devo quasi subito ridimensionare perche le mie gambe in discesa non ne vogliono sapere. Poco male si scende comunque quando all´improvviso vengo quasi investito da un concorrente che stava rotolando rovinosamente: mi fermo a sincerarmi che stia bene, lo rivedrò poi alle docce con una bella contusione.. riparto in discesa attirato da un assolo di chitarra sulle note di ” Sweet child o´mine” un eterogeneo musicista deliziava l´arrivo dei concorrenti al ristoro.. riparto tranquillo fino all´ultimo ristoro , mi “godo” in solitudine i sei km che mi separano dal traguardo; ormai i sentieri e mulattiere hanno lasciato il posto a strade bianche e a tratti asfaltati. Siamo ritornati alle lunghe scalinate che mi porteranno al centro città e a questo punto correre sul cemento in discesa paradossalmente mi risulta davvero faticoso, tanto che vengo sorpassato da alcuni concorrenti che con una pacca sulla spalla mi invitano a tener duro , ma in fondo mi sento bene e divertito mi infilo in mezzo agli sguardi increduli della movida genovese ; mi basta seguire le frecce e il gonfiabile è li e anche questa è andata. Arrivo in palestra dove c´è Paolo ad attendermi direi anche da molto visto come è andata la sua gara.
Docciati e ristorati cosa c´è di meglio di una birra in compagnia? Hai me birra finita.. ma non è un problema sono solo le 2, la notte è ancora giovane! per concludere in bellezza ci dirigiamo in un bar per un brindisi finale.
Bilancio:
location up
tracciato up
segnaletica up
personale up
tifo up
ristori e pacco gara down

Fonte: Gianni Pellegatta

Gianni Pellegatta
Gianni Pellegatta
scrivi qui le tue info...

Lascia un commento